Mary Nutricati, ovvero Lalei Cosmetica Perfetta

Nasce una nuova rubrica sul blog Esidaruc.
Sulla falsa riga del questionario di Proust,  ho realizzato delle interviste ad alcune persone che hanno fatto della cosmesi naturale il loro mestiere. 
Dietro la loro scelta lavorativa spesso ci sono storie anche di rinascita personale e soprattutto di passione autentica.  
Una rubrica quindi per conoscere non tanto "cosa", ma "chi" c'è dietro ad un'azienda.

"Scegli un lavoro che ami, e non lavorerai mai, neanche un giorno della tua vita". Confucio


Inizio questo ciclo di interviste con quella a Mary Nutricati che già conoscevo come blogger di Trendynail. Mary è stata una delle mie prime (e più assidue) fan del mio blog, pur non essendoci mai né viste né conosciute prima di allora. Preparatissima sulla cosmesi naturale, solare, entusiasta: mi sembra un bellissimo esempio di ottimismo e coraggio. Pertanto per me è bello cominciare questa rubrica proprio con lei, anche perché la sua è davvero una storia di ri-nascita: in concomitanza con la sua seconda gravidanza, ha deciso di fondare una sua azienda di cosmesi naturale: LaLei Cosmetica Perfetta.

Quale è il tuo prodotto cosmetico preferito?
L’olio di avocado. Ricco di insaponificabili ed estremamente dermoaffine, trovo che sulla mia pelle
sia, nella sua semplicità, fra i prodotti più idratanti e performanti in assoluto.

E il tuo prodotto make-up?
Il mascara. Posso uscire spettinata, ma mai senza mascara. Anzi, magari catalizzando l’attenzione
sullo sguardo posso distoglierla dalla capigliatura :P E poi basta così poco per “aprire” lo sguardo ed
amplificare l’espressività di un intero viso…

Quale è la tua attuale skincare?
Detersione viso con olio struccante e pad lavabili in tessuto bio (cerco di evitare tutto ciò che è usa e
getta), detersione corpo con detergente delicato e spugna naturale di mare, oli idratanti viso e corpo.
E’ noto ormai da tempo che prediligo gli oli alle emulsioni e la mia linea ne è la prova ;) Trovo che
abbiano una resa migliore sia nella detersione (agendo per affinità) sia nel trattamento, agendo in
modo più mirato e veloce.

Come è nata la tua passione per la cosmesi naturale?
Per trovare soluzione alla dermatite di mia figlia. Fin da piccola ne ha sofferto, sia sul corpo che sul
cuoio capelluto. Non trovando modo di alleviare il fastidio neanche consultando diversi dermatologi,
ho iniziato a studiare ed informarmi per mio conto, riscontrando un’azione nettamente più efficace
con l’utilizzo di materie prime semplici e naturali, quali gli oli vegetali. A distanza di pochi anni
abbiamo trovato prodotti che hanno risolto il suo problema stabilizzandone i risultati.

Quando hai deciso di farne un mestiere e perché?
Quando quest’anno sono rimasta incinta e non ho trovato cosmetici naturali che soddisfacessero a
mio avviso le esigenze della gravidanza. La prima volta, ormai diversi anni fa, quando non conoscevo
la cosmesi naturale, avevo usato prodotti reperiti in farmacia, ritenendoli sicuri. Invece mi sono
ritrovata ricoperta di eruzioni cutanee! Memore di quell’esperienza e consapevole delle scoperte
acquisite con lo studio di cui abbiamo già parlato, ho reputato valesse la pena creare io stessa una
linea cosmetica veramente sicura e mirata per le esigenze di questo periodo. Forse non ero l’unica a
sentire la mancanza di una linea veramente dedicata e non solo adattata… e così ho deciso di
lanciarmi in questa avventura!

Cosa non manca mai nella tua lista della spesa?
Verdura e frutta… sono vegana. E tutti gli ingredienti base per realizzare in casa più prodotti
possibili. Pertanto farina, frutta secca, legumi ecc… panifico ogni giorno.

Le tue tre aziende ecobio preferite?
Latte e Luna, Biofficina Toscana, Couleur Caramel. Credo non abbiano bisogno di presentazioni :-)

I tre blog o canali youtube di cosmesi che segui di più?
Escludendo Esidaruc e Trendynail per non sembrare ne’ opportunista ne’ allusiva, direi Recensioni
Cosmetiche, Lady Mija 83, A lost girl. Mi piace il loro stile, per nulla scontato, e la loro obiettività.

Tratto distintivo della tua azienda?
La trasparenza. E’ un punto per me fondamentale. Se non riesco a comunicare in maniera chiara
qualsiasi obiettivo diventa inutile.

INCI o certificazione?
INCI, senza ombra di dubbio… almeno per il momento. Non trovo chiarezza nelle proposte dei molti
label. Questa è una mia personalissima considerazione ovviamente.

Cosa sognavi di fare da grande?
Il medico? Ma ero veramente piccola..

Il tuo motto di vita?
"Stay rock". La musica accompagna ogni attimo della mia vita, da sempre. Tutto è musica… ed il rock è ciò che preferisco.



LaLei Cosmetica Perfetta:
Lanciata al Sana 2017 (neanche un mese fa), LaLei Cosmetica Perfetta ha presentato la sua prima linea, DolceAurora, dedicata alle mamme in attesa, ma adatta anche a tutte le altre donne. 
A base di pochi e semplici ingredienti naturali completamente dermoaffini, propone prodotti anidri (cioè privi di acqua e composti solamente da oli vegetali),  dermocompatibili e con fragranze aggiunte prive di allergeni ( tranne Mamiprep che è senza fragranza).  
Tutti i prodotti sono nichel tested <0,00001% ( trovate la dicitura su ciascuna delle schede prodotto), un'attenzione che personalmente apprezzo molto.
Segni particolari? Il simbolo dell'azienda è il gelsomino, che ha anche un valore affettivo, una dedica di LaLei alla sua mamma.

Lalei Cosmetica Perfetta di Nutricati Maria Antonietta
sito web / e-shop: www.lalei.it
e-mail: info@lalei.it
telefono: +39 333 2744859
instagram - @laleicosmetica
twitter - @LaleiCosmetica


I prodotti della linea DolceAurora sono ancora in promo fino all'8 ottobre, in vendita con il 20% di sconto su www.laleit.it e presso i rivenditori aderenti all'iniziativa.
Inoltre, acquistando due prodotti in negozio riceverete in omaggio l'esclusivo bijoux in tiratura limitata firmato Arte in Miniatura.

Post truccoso: make up di base estate 2017

Se a luglio mi sono divertita a postare sul mio profilo Instagram (@esidaruc) diversi "trucchi del giorno" (se volete pareri su alcuni prodotti in particolare, non esitate a chiedere!), ad agosto, la mia voglia di truccarmi si è ridotta all'essenziale di una pochette da viaggio. In ogni caso, ci sono stati dei trucchi di base che ho usato praticamente quasi sempre e di cui voglio parlarvi. In questa prima giornata di pioggia torrenziale, mentre tante "colleghe" stanno in giro al Sana, vi lascio con questo articolo sui miei trucchi di base più usati in questa estate che volge al termine.

Skincare estiva con il rituale di Biofficina Toscana

Come sapete, oramai da anni, "collaboro" se così si può dire, con Biofficina Toscana, cioè, all'uscita di nuove referenze, me ne manda gentilmente alcune in omaggio per farmele provare.
Il piacere della collaborazione non nasce solamente dal godimento nel ricevere prodotti gratuitamente, ma anche dal fatto che spesso molti di questi sono stata io stessa a comprarli e ricomprarli negli anni.
Tempo fa Biofficina Toscana lanciò un sondaggio (mi pare su FB)  per verificare le esigenze e le richieste delle proprie clienti (no, dico, capite?!) e, in base a queste, indirizzare la propria ricerca cosmetica che solitamente prende spunto da una pianta o una risorsa naturale della loro zona, la Toscana, perché quelli di Biofficina Toscana prediligono ingredienti a km 0.
Le "biofficine" Claudia e Eva, infatti, formulano loro stesse i prodotti.
L'indizio questa volta era la malva che, essendo un ingrediente con cui la mia pelle va particolarmente d'accordo,  ha creato in me una certa aspettativa.
Ho incrociato le dita affinché "bollissero in pentola" prodotti per il viso, dal momento che erano quelli di cui l'azienda aveva meno referenze in catalogo e......., con sommo gaudio, è uscito il Rituale di bellezza di Biofficina Toscana.

I trend della cosmesi naturale: puntata 1

Quello che sto per scrivere è un articolo semi-serio, in stile vacanziero, da lettura estiva.
Probabilmente molte di quelle che, come me, utilizzano principalmente prodotti interamente naturali si ritroveranno in quello che sto per scrivere, ovviamente prendete il tutto con un certo grado di auto-ironia, mi raccomando!
Dopo che è passato qualche anno dal vostro annuncio ufficiale al pranzo di Natale, in cui, per mettere fine al solito regalo del kit di prodotti per capelli della nota marca blasonata in televisione dalla modella di turno, confessaste la vostra "conversione" alla fede del "bio", oramai avete maturato una certa competenza fra sperimentazioni su voi stesse, letture su siti, forum, libri e quant'altro.

Pressed Mineral Foundation di PHB Ethical Beauty e kabuki Idun

Questa recensione è stata molto attesa, soprattutto da chi mi segue su Instagram, vero? :-)
Ho, però, voluto prendermi, come sempre, il mio tempo e questa volta a maggior ragione, capirete più avanti perché.


Come sapete, per truccarmi, dall'anno scorso io uso oramai quasi esclusivamente il fondotinta minerale e, soprattutto quest’estate, visto l’anomala e straordinaria ondata di caldo torrido in cui  è piombata l'Italia, non ho sopportato davvero null’altro sulla faccia.
Avevo tentato la crema colorata di Alga Maris (di cui vi parlerò presto), ma, alla fine sono tornata al fondotinta minerale. L’unica vera scomodità di questo tipo di prodotto è che, essendo in polvere libera, per i ritocchi anche fuori casa non è proprio comodissimo da applicare. 
Io oramai ci sono abituata e tengo tutto l’occorrente in una piccola pochette assieme ad un kabuki ma quest’anno la mia routine è un po' cambiata: ho utilizzato un pennello retrattile e un fondotinta minerale compatto.