Base trucco estiva 2016

La vedete questa piccola pochette in foto tutta un po' consumata, presa da Oviesse nello stand della Essence per due euro e qualcosa? Ecco questa è stata la mia "coperta di linus" di quest'estate 2016.
Dentro di essa gli indispensabili per la mia base trucco. Volete scoprire cosa c'è dentro?


Tataaaaaan! Ecco a voi il mio piccolo e amato kit: acqua termale Avène versione mini da 50ml, pennello kabuki di Neve Cosmetics, specchietto di Shaka a forma di rosa, fondotinta minerale Neve Cosmetics (colore Tan Warm). Nella pochette che è plastificata, piccola e leggera, ci entrano giusti giusti.


Dopo diversi anni in cui la mia pelle, essendo asfittica, non aveva un aspetto carino con il fondo minerale, risultando troppo polveroso e invecchiandomi visto che c'era una secchezza superficiale del viso evidenziata dal minerale stesso, ero oramai passata ad usare fondo liquido o compatto anche d'estate; invece nel 2016 sono tornata ad usare con soddisfazione il fondotinta minerale.
Solitamente io ho sempre usato volentieri il Lily Lolo e ho sempre evitato quello della Neve Cosmetics giudicandolo troppo "pesante" su una pelle non esplicitamente grassa e oleosa. Quest'estate, invece, ho riprovato il Neve per un motivo particolare: l'ho usato anche in spiaggia. 
Sì avete capito bene e ora vi spiego perché, anche se è un po' una lunga storia...
Dopo anni di maltrattamenti alla mia povera pelle e per creo anche una correlazione con la mia dieta per l'allergia al nichel, purtroppo ho sviluppato una iperpigmentazione della pelle (non vi sto qui ad illustrare differenze fra macchie solari, melasma, cloasma etc.). Diciamo che, alle mie semplici e amate lentiggini, purtroppo si sono aggiunte zone di vere e proprie zone di cartine geografiche che fanno concorrenza alla decorazione che c'è su borse di ben nota marca! :-)
Il fatto è che una pelle ipersensibile, soprattutto se maltrattata, si irrita e fa le bizze ancora di più, inventandosi sempre nuovi modi per reagire.
Certamente, usando prodotti interamente naturali oramai da anni, la situazione è decisamente migliorata (il punto è che una pelle molto sensibile, se iperstimolata, rischia di avere i melanociti impazziti), tuttavia devo comunque farci i conti. 
L'anno scorso me ne sono, come si suol dire, altamente fregata e sono andata in giro e al mare struccata, ovviamente con la crema solare sulla faccia. 
Quest'anno, invece, oltre a prendere una serie di integratori prescrittimi dal medico (fate attenzione, gli integratori non sono acqua fresca da poter ingerire di testa propria o  per consiglio di un'amica, anche se fosse un'erborista) che certamente mi hanno aiutato dall'interno, ho voluto seguire una "scuola di pensiero" che dice che i problemi del sole si curano con il sole, il simile cura il simile, cioè-anche se adesso molte spalancheranno gli occhi- non usare protezione solare se non quella minerale. Non parlo di solari ecobio con filtro minerale, ma proprio solo di biossido di titanio. Ovviamente servono anche una serie di accortezze: non prendere mai sole diretto se non per massimo 10 minuti in orario o prima delle 10 del mattino o dopo le 16 anche le 17 del pomeriggio, per il resto del tempo proteggere il viso con un cappello e, se avete il lettino con il parasole, usare comunque anche il cappello (dal "tettino" filtrano comunque raggi solari). Il fondo minerale ha poi il vantaggio che, anche se fate il bagno in acqua, non va via e anzi quasi si fissa meglio sul viso. Ovviamente io al mare non sono andata certamente né tutti i giorni né sono di quelle che passa ore in acqua o a fare beach volley. Però, anche per andare in giro per strada, o per fare una passeggiata sulla battigia (sempre con cappello e occhiali da sole), ho messo sempre, sempre, sempre il fondo minerale, non sono mai uscita senza. Ovviamente sotto mettevo una bella base della mia crema idratante e, se la pelle tirava dopo il bagno in acqua salata, spruzzavo dell'acqua termale e, in caso, riapplicavo il minerale nelle zone dove si era un po' tolto. E' stato uno strazio avere tutte queste accortezze? Non direi, nel senso che l'unica cosa che mi è mancata è potermi toccare la pelle con le mani dopo essermi tuffata, che è una sensazione molto bella, ma non sono stata ossessionata né a usare chissà quali cappelli enormi né mi sono privata del sole e del divertimento: ho solo avuto qualche accorgimento che, una volta imparato, applicavo in automatico. Anche in giro per strada o la sera ho utilizzato il fondo minerale per truccarmi e l'effetto mi è piaciuto. I fondotinta per quanto oil free, anche sotto forma di bbcream, sono sempre qualcosa in più che giace sulla pelle...avere il fondo minerale significa non aver messo null'altro sulla pelle se non la propria crema idratante e un filtro solare naturale che copre anche le imperfezioni e le discromie, pur facendola "respirare". Inoltre, resiste anche al sudore. Ovviamente non copre tutto, ma copre quel giusto da potersi fare anche delle belle fotografie.
Vi starete chiedendo se quest'anno, usando solamente il fondo minerale (ripeto, con le accortezze di cui sopra, cioè non potete prendere il sole mezz'ora di seguito e non in orari non consentiti) io mi sia abbronzata e se l'iperpigmentazione sia comparsa comunque.... Ebbene, per quanto riguarda la prima domanda, sì mi sono abbronzata abbastanza (e infatti, il fondo che ho usato è di un colore piuttosto scuro, per una come me che solitamente è chiara); sì l'iperpigmentazione è comparsa comunque (purtroppo se scompare, non scompare in pochi anni) ma certamente è meno scura degli altri anni, meno "localizzata", complice forse anche l'utilizzo degli integratori.
Certamente il sogno sarebbe poter andare in giro a volto completamente senza trucco, però fra i sogni e la realtà, si possono trovare anche compromessi accettabili e pratici.
Un'ultima cosa, l'applicazione. Io uso il fondo minerale "da bagnato", cioè metto un po' di prodotto nel tappo, spruzzo dell'acqua termale sul pennello, prelevo con il pennello il prodotto e poi lo metto sul sito con movimenti circolari; se poi voglio opacizzare delle zone o coprire di più alcune parti, ne riapplico un po' anche da asciutto. Un consiglio: dosatelo sempre in piccole quantità, è quello il segreto per una buona applicazione ;-)
Per ora, anche se è l'inizio dell'autunno, sto continuando ad usare il fondo minerale come base trucco per uscire e mi continua a piacere.

4 commenti

  1. Trovo sempre molto interessanti i tuoi articoli sulla cura del viso, questo sulla protezione solare - esclusivamente - minerale non fa eccezione! Mi hai fatto tornare la voglia di tirar fuori il lily lolo che giace nel mio cassetto (e che non uso proprio perché, nonostante la pelle giovane, mi segna un pochino).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Nora, grazie, sono contenta che tu trovi interessanti i miei articoli. Il Lily Lolo è ottimo come fondo minerale, però d'estate ho preferito quello della Neve perché essendo di una polvere meno fine, mi dà la sensazione che si fissi di più e che faccia maggiormente il suo lavoro di protezione, soprattutto al mare. Fammi sapere come va :-)

      Elimina
  2. Ciao carissima! Il mio makeup estivo da tutti i giorni è: mascara, matita per sopracciglia, blush/terra, correttore per piccoli rossori, rossetto e stop! Almeno d'estate niente fondotinta :)

    RispondiElimina